PRESTAZIONE CONTRIBUTIVA PER I PENSIONATI DI VECCHIAIA CONTRIBUTIVA

(art. 13 del Regolamento per le Prestazioni Previdenziali)

  

Anche i pensionati di vecchiaia contributiva hanno diritto ad una prestazione contributiva “una tantum” a partire dall’anno solare successivo alla maturazione del diritto a pensione ovvero dell’ultimo supplemento di pensione ove previsto, calcolata nella misura del 2% del reddito professionale dichiarato per tali anni, considerando solo la parte di reddito fino al previsto tetto pensionistico.

Ai fini del calcolo di tale prestazione non sono utilizzabili i redditi dichiarati antecedentemente al 2013, anche se successivi alla maturazione del supplemento di pensione.

La prestazione sarà liquidata, in unica soluzione, a domanda, alla cancellazione da tutti gli Albi Forensi ovvero, in caso di premorienza, su richiesta degli eredi.