SUPPLEMENTO DI PENSIONE

(art.15 del Regolamento per le Prestazioni Previdenziali)

 

Supplementi di pensione maturati in seguito all'erogazione di pensione di vecchiaia maturata entro il 2010 con decorrenza compresa entro l’1/01/2011

 

L'avvocato, pensionato di vecchiaia, che rimane iscritto alla Cassa e continua ad esercitare la professione, ha diritto ad un primo supplemento dopo due anni dal pensionamento (supplemento biennale) e ad un ulteriore supplemento alla scadenza del successivo triennio (supplemento triennale).
Detti supplementi sono concessi a domanda dell'interessato.

 

 * * * * *

 

Supplementi di pensione maturati in seguito all'erogazione di pensione di vecchiaia maturata dal 2011 con decorrenza dall’1.02.2011

 

Per le pensioni di vecchiaia, con decorrenza 1/02/2011 e successiva, troverà, applicazione una graduale eliminazione dei supplementi di pensione, di cui sopra e, precisamente:

  • per le pensioni di vecchiaia, con decorrenza compresa tra  l’1/02/2011 e l’1/01/2014:
    • un unico supplemento dopo 4 anni dal pensionamento;
  • per le pensioni di vecchiaia, con decorrenza compresa tra l’1/02/2014 e l’1/01/2017:
    • un unico supplemento dopo 3 anni dal pensionamento;
  • per le pensioni di vecchiaia, con decorrenza compresa tra l’1/02/2017 e l’1/01/2019:
    • un unico supplemento dopo 2 anni dal pensionamento;
  • per le pensioni di vecchiaia, con decorrenza compresa tra l’1/02/2019 e l’1/01/2021:
    • un unico supplemento dopo 1 anno dal pensionamento.

Per le pensioni di vecchiaia, con decorrenza 1/02/2021 e successiva, non è più prevista l'erogazione di alcun supplemento di pensione.

http://www.cassaforense.it/media/4186/domanda-supplemento_2016.pdf.

 

 

MODALITA’ DI CALCOLO

  • per le pensioni di vecchiaia, con decorrenza anteriore all’1/5/2007, i supplementi vengono calcolati con il sistema retributivo;
  • per le pensioni di vecchiaia, con decorrenza compresa tra l’1/5/2007 el’1/1/2021, i supplementi vengono determinati in base al sistema di calcolo contributivo, in conformità di quanto indicato nella legge n. 335/1995 (art. 50 del Regolamento Generale della Cassa).