Eurogruppo, accordo sul sostegno ad Atene

Confermato l’impegno sulla sostenibilità del debito greco. L’accordo sblocca 8,5 mld di aiuti

L’Eurogruppo ha concluso l’accordo per sbloccare 8,5 miliardi di aiuti alla Grecia, che verranno utilizzati per alleggerire il debito pubblico del Paese, confermando così gli impegni presi nel maggio del 2016. Il terzo programma di sostegno internazionale, infatti, era vicino alla scadenza, fissata per l’estate 2018. L’Eurogruppo ha deciso così di dare continuità alle garanzie offerte ad Atene per la sostenibilità del debito greco. La chiusura dell’accordo era oltretutto condizione necessaria posta dal Fondo Monetario Internazionale per confermare la propria partecipazione all’attuale programma di aiuti. Il sostegno offerto dall’Eurogruppo "è più che meritato e permette alla Grecia di girare pagina, come è nell'interesse generale che succeda". Lo ha affermato il commissario agli Affari economici e finanziari, Pierre Moscovici. "La prima condizione era compiere le azioni prioritarie: si tratta di 140 azioni in settori delicati come quello delle pensioni e del mercato del lavoro. Sottolineo il coraggio del governo greco e del ministro Tsakalotos". Christine Lagarde, direttore operativo del Fmi, ha annunciato che proporrà al Consiglio direttivo un accordo di compromesso con l'Eurogruppo sulla Grecia, che prevede il ritorno dell'istituzione di Washington a partecipare al piano di aiuti con l'effettivo versamento di finanziamenti per circa 2 mld, fino ad oggi sospeso in attesa di chiarimenti riguardo la sostenibilità del debito greco a fine programma. D.B.