Fmi: giudizio positivo su ripresa Eurozona, ma occorre vigilare

Questo quanto emerge da un primo rapporto stilato dagli uomini dell’Fmi al termine della missione nell’Ue

Per la prima volta dall'inizio della crisi dei debiti sovrani, sono più le luci delle ombre in un rapporto stilato dai rappresentanti del Fondo Monetario Internazionale sulla situazione economica dell’Eurozona. Gli uomini dell’Fmi hanno espresso un primo giudizio riguardo la ripresa europea al termine della loro missione nel vecchio continente. Ecco quanto emerge da un primo resoconto, in attesa del rapporto completo: la ripresa dell'Eurozona ha preso slancio e si sta rafforzando sempre di più. Questo grazie ''al circolo virtuoso'' innescato da un costante aumento dei consumi e da un sensibile aumento dei posti di lavoro. Una situazione che, dopo gli anni della grande crisi, sta rendendo la ripresa finalmente più solida. C'è però una cosa su cui bisogna stare attenti e vigilare: il rischio che ancora rappresentano i Paesi ad alto debito pubblico, come Italia, Portogallo, Spagna e Francia, che appesantiscono il quadro generale. Paesi che devono assolutamente proseguire sulla strada del consolidamento e delle riforme strutturali sul fronte del mercato del lavoro e su quello dei prodotti e dei servizi, per mantenere la crescita della produttività oltre quella dei salari, pur senza deprimere la crescita dell'economia che dopo tanti anni comincia a dare segnali confortanti. D.B.