L’inflazione rallenta ancora

L’indice nazionale dei prezzi al consumo è cresciuto dell’1,1% a luglio, in frenata rispetto all’1,2% di giugno

"Nel mese di luglio 2017 l'indice nazionale dei prezzi al consumo per l'intera collettività (NIC), al lordo dei tabacchi, aumenta dello 0,1% su base mensile e dell'1,1% rispetto a luglio 2016 (era +1,2% a giugno), confermando la stima preliminare". A comunicarlo è l’Istituto Nazionale di Statistica in una nota. Come si può apprendere dal comunicato, questo è il terzo mese consecutivo che si registra un incremento nel rallentamento dell’inflazione. Ciò sarebbe dovuto in particolare "ai prezzi dei Beni energetici, sia regolamentati (+5,0% da +6,2% di giugno) sia non regolamentati (+2,1% da +2,9%) e a quelli dei Servizi relativi ai trasporti (+3,2% da +4,1% del mese precedente), cui si aggiunge il calo dei prezzi dei Servizi relativi alle comunicazioni (-1,4% da +0,1%)". Su base annua, invece, il rallentamento ha interessato la crescita dei prezzi "sia dei beni (+0,8% da +0,9% di giugno) sia dei servizi (+1,3% da +1,5%). Di conseguenza, a luglio il differenziale inflazionistico tra servizi e beni si conferma positivo e pari a +0,5 punti percentuali". D.B.