Lavoro, il decreto che abolisce i voucher è legge

140 i sì, 49 i no, 31 astenuti

L’aula del Senato ha approvato ieri in via definitiva il decreto legge recante disposizioni urgenti per l’abrogazione delle disposizioni in materia di lavoro accessorio, nonché per la modifica delle disposizioni sulla responsabilità solidale in materia di appalti. Il decreto che dice basta ai voucher passa al Senato con 140 sì, 49 no e 31 astenuti. Il decreto legge dispone la soppressione della disciplina del lavoro accessorio (attraverso l’abrogazione degli articoli da 48 a 50 del D.Lgs. 81/2015 ), prevedendo un regime transitorio per i buoni già richiesti fino al 17 marzo 2017 (data di entrata in vigore del decreto legge), i quali possono essere utilizzati fino al 31 dicembre 2017 per il cui utilizzo, secondo quanto comunicato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali in un Comunicato del 21 marzo 2017, restano in vigore le disposizioni in materia di lavoro accessorio previste nelle norme oggetto di abrogazione da parte del decreto. L’abrogazione dei buoni, inoltre, a seguito di un ulteriore chiarimento da parte del Dicastero di Via Veneto non si estende ai voucher per i servizi di baby-sitting che, quindi, potranno continuare ad essere erogati secondo le consuete modalità da parte dell’Inps. R.M.