Londra, furgone investe fedeli fuori la moschea

otto feriti e un morto accertato, si indaga per terrorismo

Torna l'incubo terrorismo a Londra, un furgone bianco, ieri notte, si è lanciato sulla folla di fedeli che uscivano dalla moschea di Finsbury Park dopo la preghiera serale del sacro mese di Ramadan. Per adesso il bilancio è di un morto e 8 feriti, la polizia sta indagando sull'accaduto, tutto fa pensare ad un atto di terrorismo. L'uomo alla guida del mezzo è stato arrestato, tutti i testimoni hanno confermato la stessa versione dei fatti, il van è piombato sulla gente ad alta velocità, le persone, colte di sorprese , sarebbe state sbalzate sull'asfalto. Quando il mezzo si é fermato, l'uomo, - descritto come "bianco e senza barba" e successivamente identificato da Scotland Yard come un uomo sulla mezza età al grido "Voglio uccidere tutti i musulmani"", sarebbe sceso dal furgone, proprio in quel momento la folla inferocita l'avrebbe affrontato e bloccato fino all'arrivo della polizia. La premier Theresa May è stata informata dell'accaduto "Il mio pensiero va a chi è stato colpito in questo terribile incidente", è stato il suo commento aggiungendo anche che le forze dall'ordine stanno indagando per terrorismo. La moschea di Finsbury Park in passato è stata sotto l'occhio del ciclone in quanto luogo da cui predicava l'imam fondamentalista Abu Hamza, successivamente arrestato ed estradato negli Usa, e fu frequentata anche da Richard Reid, l'uomo che nel 2001 cercò di far esplodere un ordigno nascosto nella sua scarpa su un volo American Airlines Parigi-Miami. GM