Ragioneria dello stato: stop adeguamento pericolosissimo

Boeri pericolosissimo toccare il meccanismo dell’adeguamento

Limitare l’adeguamento automatici sulle pensioni renderebbe il nostro sistema pensionistico a rischio, questo è quanto afferma la Ragioneria dello Stato nel rapporto integrale 'Tendenze di medio-lungo periodo del sistema pensionistico e socio sanitario'. L’aumento dei requisiti minimi di pensione è un parametro fondamentale specie per i paesi con un alto debito pubblico come il nostro. Nel suo rapporto la Rgs evidenzia che tale fattore è elemento irrinunciabile non solo sul fronte della sostenibilità ma anche perché “costituisce la misura più efficace per sostenere il livello di prestazioni”. Inoltre l’automatismo verrebbe comunque garantito da una clausola di salvaguardia introdotta su richiesta della Commissione e della Bce che prevede l’età pensionabile a 67 anni nel 2021. Anche il presidente Boeri evidenzia il fatto che è pericolosissimo toccare il meccanismo dell’adeguamento delle pensioni alle aspettative di vita. Può avere effetti sia in avanti che all'indietro. Boeri prosegue dicendo che “se uno percepisce la pensione più a lungo perché si vive più a lungo è giusto anche che contribuisca più a lungo al sistema". GM