Borsa: tech ancora nel mirino, Milano -1% a meta' seduta ma balza Atlantia

Attesa per le parole di Powell. Crolla il Bitcoin (Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Milano, 23 feb - Dopo un tentativo di rimbalzo a inizio seduta le Borse europee pagano ancora i realizzi sul comparto tecnologico (quasi -3% lo stoxx di settore) e sui farmaceutici e viaggiano in rosso a meta' giornata. Milano e Francoforte cedono circa l'1%, resistono Parigi (-0,1%) e Londra con il settore dei viaggi parzialmente rivitalizzato dall'annuncio del premier britannico Boris Johnson sulla progressiva uscita di Londra dall'emergenza Covid.

Il focus, in ogni caso, resta sui tecnologici (i future sul Nasdaq perdono l'1,5%) e sui timori per l'inflazione, che in Europa a gennaio e' confermata in crescita annua dello 0,9%: c'e' attesa, nel pomeriggio, per la testimonianza al Senato Usa del numero uno della Fed Jerome Powell sull'andamento dell'economia e dei tassi sull'obbligazionario.

A Piazza Affari realizzi su St (-3,6%), Amplifon (-4,2%) e sul risparmio gestito mentre continua il rally di Leonardo (+2,8% in attesa di novita' sull'Ipo della controllata di Drs) e di Atlantia, che attende per oggi l'offerta vincolante di Cdp-fondi per l'88% di Aspi. Positivi i petroliferi con il Brent che viaggia poco sotto 65 dollari in rialzo dello 0,8%.

Crolla invece il Bitcoin, che cede oltre il 16% attorno a 45 mila dollari dopo che il segretario al Tesoro americano Janet Yellen l'ha definito "inefficiente".

Infine il mercato valutario: euro in lieve rialzo a 1,215 dollari (da 1,2147 ieri in chiusura) e a un soffio da 128 yen (127,62) mentre il rapporto dollaro/yen e' a 105,24 (da 105,06).

Che

(RADIOCOR) 23-02-21 13:00:37 (0323)NEWS 3 NNNN