Cassazione: Kabobo, su sconto pena per continuazione decide giudice esecuzione

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Roma, 12 gen - A decidere su di un eventuale sconto di pena per la continuazione dei reati commessi dal ghanese Adam Kabobo - che nel 2013, per strada a Milano, prima feri' due persone e poi ne uccise altre tre con un piccone - non puo' essere la Cassazione trattandosi di due procedimenti diversi di cui uno ormai definitivo - quello per gli omicidi, con condanna a venti anni - e l'altro oggetto del ricorso e dunque ancora non ultimato. Lo ha stabilito la Corte di cassazione, sentenza 979 di oggi, dichiarando inammissibile il ricorso dell'imputato e chiarendo che analoga richiesta potra' essere presentata al giudice dell'esecuzione. La Suprema corte ha cosi' confermato la condanna ad otto mesi senza attenuanti per i due tentati omicidi considerata l'efferatezza della condotta.

Fmg

(RADIOCOR) 12-01-18 18:44:24 (0474)AVV 5 NNNN