DOMANDE FREQUENTI

Bonus 200 euro agli iscritti Cassa

Sono un iscritto alla Cassa e quale superstite sono titolare di pensione indiretta/reversibile, posso richiedere l’indennità una tantum (bonus 200 euro + bonus 150 euro) come avvocato a Cassa Forense?

No, i titolari di qualsiasi trattamento pensionistico (a carico di CF o altri Enti) con decorrenza entro il 30/6/2022, hanno già percepito il bonus di 200 euro sul cedolino di pensione del mese di luglio 2022.

Il D.L. ter n. 144/2022 all’art. 19 prevede per i titolari  di qualsiasi pensione o  assegno  sociale,  di pensione o assegno per invalidi civili, ciechi e  sordomuti,  nonché di trattamenti di accompagnamento alla pensione, con decorrenza entro il 1° ottobre 2022 che abbiano un reddito complessivo non  superiore per l'anno 2021 a 20.000 euro, la corresponsione d’ufficio dell’ulteriore bonus di euro 150,00 sul cedolino del mese di novembre 2022.

Nell'anno 2021 ho effettuato diversi pagamenti riferiti all'anno di competenza 2020. Mentre per l’anno di competenza 2021 non ho effettuato ancora nessun pagamento. Ho diritto a chiedere il bonus?

Si, in quanto uno dei requisiti previsti nel d.m., per accedere all’indennità una tantum è l’aver effettuato, entro la data di entrata in vigore del DL 50/2022 (18/5/2022), almeno un versamento totale o parziale di contributi con competenza a decorrere dall'anno 2020

Sono iscritto Albo da marzo 2022 e quindi neo iscritto alla Cassa dal 1/1/2022. I primi contributi che dovrò versare a CF hanno scadenza il 31/10/2022. Quindi non avendo ancora effettuato alcun versamento entro il 18/5/2022, posso inoltrare l’istanza per chiedere il bonus?

Si, poiché il requisito contributivo, previsto nel D.L.50/2022, di aver effettuato entro il 18/5/2022 almeno un versamento totale o parziale di contributi con competenza a decorrere dall'anno 2020, non si applica ai professionisti per i quali non risultano scadenze ordinarie di pagamento entro il 18/5/2022.

Per l'anno 2022 ho chiesto ed ottenuto l’esonero temporaneo per maternità. Ho comunque diritto a richiedere il bonus ?

Si, fermo restando il possesso di tutti i requisiti previsti nel D.L. 50/2022 art. 33.

Mi sono sospeso volontariamente dall’Albo da marzo 2022. Allo stato non ho ancora ricevuto la comunicazione di avvenuta cancellazione dalla Cassa, potrò ricevere il bonus previsto dal D.L. 50/2022?

Il professionista sospeso volontariamente dall’Albo, ai sensi di quanto previsto dall’art. 20, commi 2 e 3 della L. 247/2012, deve essere cancellato dalla Cassa con decorrenza dalla data di sospensione. Nel suo caso sarà cancellato Cassa con decorrenza marzo 2022 e quindi verrà meno il requisito, per l’accesso al bonus, che prevede l’iscrizione Cassa alla data del 18/5/2022. Qualora avesse già inviato l’istanza per la concessione del bonus, riceverà comunicazione da CF che non sussiste il diritto a percepire il bonus.

Sono un pensionato e ho già ricevuto il bonus dei 200 euro a luglio 2022. Perché possa ricevere anche l’ulteriore bonus di 150 euro debbo presentare la domanda telematica?

I titolari di trattamento pensionistico, con decorrenza antecedente al 30/06/2022, al fine di accedere al bonus di 150 euro previsto dal D.L.ter n. 144/2022, non devono presentare alcuna domanda. E’ previsto, nel citato decreto, l’erogazione dell’ulteriore bonus di 150 euro sul cedolino del mese di novembre 2022, fermo restando che il reddito complessivo 2021 (dichiarazione 2022) sia inferiore a euro 20.000. Se la decorrenza della pensione è successiva al 30/06/2022 occorre, invece, inoltrare domanda mediante la procedura presente nel sito.

Sono stato iscritto alla Cassa fino a settembre 2022, data della mia cancellazione Albo, in quanto sono stato assunto per altro impiego dal mese di ottobre 2022, posso richiedere l’indennità una tantum alla Cassa o devo richiederLa a Inps?

Il D.L. 50/2022 e il d.m. 19/8/2022 prevedono che il beneficiario può richiedere il bonus all’Ente nel quale è già iscritto alla data del 18/5/2022, quindi potrà procedere alla trasmissione telematica dell’istanza a CF, nella quale dovrà, appunto, autodichiarare il possesso dei requisiti alla predetta data.

Sono iscritto sia alla Cassa che all’Inps (come professore) già da diversi anni, a quale Ente dovrò inoltrare la domanda per i bonus?

Nel caso di iscrizione contemporanea a CF e a INPS. L’istanza deve essere presentata esclusivamente all’INPS.

Ho inoltrato l’istanza on line per la richiesta dell’indennità una tantum art.33 D.L. 50/2022, ma per errore ho indicato che il mio reddito complessivo 2021 (dichiarazione 2022) è compreso tra euro 20.001 e 35.000, in realtà il reddito è sotto i 20.000 euro, come posso modificare l’istanza WEB?

Non è possibile modificare l’istanza trasmessa telematicamente, tuttavia qualsiasi variazione di dati dovrà essere trasmessa tramite pec a istituzionale@cert.cassaforense.it indicando nell’oggetto: il codice meccanografico e “Bonus 200 euro iscritti”.

Sarà cura della Cassa prendere atto delle variazioni richieste e apportare le relative modifiche.