Polizza Unisalute: prestazioni automatiche e gratuite dal 1/4/2019 al 31/3/2022

2/2021 MAGGIO-AGOSTO

Eleonora Facchetti

Lo Statuto di Cassa Forense (art. 2 c.1 lett.b) include fra gli scopi dell’Ente quello di ‘erogare assistenza a favore degli iscritti indicati nell’art. 6 e dei loro congiunti, nonchè di altri aventi titolo secondo quanto previsto dalla Legge, dallo Statuto medesimo e dai Regolamenti’.

Nell’ambito di detta previsione statutaria si inserisce il Regolamento per l’erogazione dell’Assistenza (approvato con decreto interministeriale del 25/09/2015 pubblicato in G.U. serie generale n. 240 del 15/10/2015) entrato in vigore dal gennaio 2016 laddove all’art 1 sono indicate le tipologie di prestazioni, da erogarsi da parte dell’Ente, fra le quali al c.1 lett. b rientrano quelle a sostegno della salute. Più in dettaglio, il successivo art. 10 sancisce che è prevista la ‘copertura, con onere a carico della Cassa, dei gravi eventi morbosi e dei grandi interventi chirurgici’ cui è sottoposto l’iscritto con possibilità per il medesimo di estendere volontariamente, con onere a proprio carico, la copertura per le eventuali prestazioni integrative nonché per i familiari conviventi.

Detto trattamento, a mente dell’art. 12, può essere erogato in due modalità cioè ‘direttamente dalla Cassa o indirettamente, anche stipulando una polizza collettiva con primaria Compagnia di Assicurazione’ ed in questa seconda direzione si è determinata Cassa Forense in linea con quanto già da tempo attuato, tanto che la prima sottoscrizione di polizza sanitaria collettiva in favore degli iscritti risale al 2001. Dal 2011, a seguito di apposite procedure di gara europee, la gestione della polizza sanitaria collettiva è stata aggiudicata ad UniSalute, prevedendo per l’appunto la copertura per ‘grandi interventi chirurgici e gravi eventi morbosi’ in favore degli iscritti a Cassa Forense e da allora la garanzia si è vieppiù arricchita di coperture sempre più estese (in argomento vedasi in questa Rivista 1/2019 articolo a firma Dario Lolli e Santino Bonfiglio) al fine di agevolare attraverso una serie di benefit sia l’attività professionale che la vita personale degli Avvocati. La attuale polizza sanitaria, il cui premio assicurativo è a totale carico dell’Ente, è dunque valida per il triennio 1/4/2019 31/3/2022, allo stato pertanto versiamo nella terza ed ultima annualità assicurativa, e copre tutti gli iscritti in forma gratuita ed automatica.

BENEFICIARI dei trattamenti previsti da detta copertura assicurativa sono tutti gli iscritti a Cassa Forense, compresi i praticanti e i pensionati ancora iscritti agli albi e può essere estesa con onere a carico dell’iscritto a tutti i familiari conviventi con limite di età fissato a 90 anni, previo pagamento di un premio annuo pari ad euro 150 pro capite. Possono aderire alla tutela sanitaria con premio a proprio carico anche i pensionati di Cassa Forense cancellati dagli albi e i superstiti di avvocato (titolari di pensione di reversibilità o indiretta) con possibilità di estensione della garanzia assicurativa per i rispettivi nuclei familiari, sempre con limite di età fissato a 90 anni e con il versamento del medesimo premio di euro 150 pro capite.

Con riferimento alla annualità in corso, il 31 maggio 2021 è scaduto il termine per consentire a tutti gli iscritti, già coperti da tale polizza in forma gratuita ed automatica, di estendere la garanzia assicurativa al nucleo familiare nonché per aderire ai Piani sanitari integrativi A e B. Tuttavia si rammenta che gli Avvocati iscritti a Cassa Forense in corso d’anno possono effettuare l’adesione ai piani integrativi A e B, compilando gli appositi moduli da inviare a modulisticacassaforense@unisalute.it (Modulo per adesione al Piano sanitario integrativo A  Modulo per adesione al Piano sanitario integrativo B ) unitamente alla copia del bonifico del premio dovuto per l’adesione entro e non oltre 60 giorni dalla data del provvedimento di iscrizione alla Cassa. Qualora l’iscrizione alla Cassa sia intervenuta nel primo semestre dell’annualità assicurativa, l’iscritto potrà estendere il piano base (ed eventualmente il piano integrativo A e B) al nucleo familiare compilando l’apposito modulo reperibile sul sito, unitamente alla copia del bonifico del premio dovuto per l’estensione entro il medesimo termine di cui sopra ed inviandolo via mail a modulisticacassaforense@unisalute.it.

PRESTAZIONI per le prestazioni indicate nell’al- 119 legato A (elenco grandi interventi chirurgici) o per le patologie previste nell’allegato B (elenco gravi eventi morbosi ) la polizza prevede due modalità di assistenza: 1) DIRETTA nel caso in cui siano convenzionate con la Compagnia sia la struttura che l’equipe medica e previa autorizzazione da parte di Unisalute, con pagamento diretto ed integrale da parte della Compagnia; 2) INDIRETTA nel caso in cui non siano convenzionate con la Compagnia la struttura o l’equipe medica, con anticipazione delle spese da parte dell’iscritto e con rimborso da parte della Compagnia pari al totale delle spese sostenute entro il previsto massimale.

Nella attuale polizza sanitaria, rispetto alla precedente copertura, sono da segnalare, pur senza entrare nel dettaglio delle prestazioni, le seguenti integrazioni migliorative.

  1.  inserimento di ulteriori grandi interventi chirurgici in copertura; 
  2. aumento dell’importo della diaria giornaliera ad euro 195 in caso di ricovero per i grandi interventi ed a euro 170 per i gravi eventi morbosi e malattia oncologica;
  3. incremento dei limiti del massimale relativi ai grandi interventi chirurgici; 
  4. aumento ad euro 19.500 dei massimali della garanzia oncologica in assistenza indiretta per i ricoveri con intervento ad euro e ad € 14.500 per i ricoveri senza intervento; 
  5. inserimento della c.d. indennità di convalescenza che prevede, a determinate condizioni, un indennizzo pari ad € 50 per ogni giorno successivo alle dimissioni dell’istituto di cura per un numero di giorni massimo pari a quello del ricovero; 
  6. inserimento nella polizza base di alcune prestazioni extra ospedaliere in precedenza ricomprese solo nella polizza integrativa; 
  7. inserimento nella polizza base di un Check-up annuale a carico della compagnia; 8. garanzia sindrome metabolica.

Di particolare interesse, fra le novità migliorative di cui sopra, appaiono le previsioni di cui agli articoli 29 e 30 del testo di polizza in tema di ALTA SPECIALIZZAZIONE, PREVENZIONE e copertura della c.d. GARANZIA PER SINDROME METABOLICA: prestazioni spesso poco conosciute e poco utilizzate da parte degli iscritti. • Più precisamente in tema di ALTA SPECIALIZZAZIONE la società indennizza le spese per prestazioni extra ospedaliere (quali eco-color-doppler, risonanza magnetica nucleare, scintigrafia, tomografia assiale computerizzata (TAC) per un massimale annuo di € 2.500,00 per persona e/o nucleo familiare. In caso di accesso a strutture sanitarie convenzionate la società provvede direttamente alla prenotazione per conto dell’assicurato, su richiesta del medesimo, e al pagamento diretto integrale delle relative spese; se invece ci si avvale del servizio sanitario nazionale i tickets sanitari a carico dell’assicurato vengono integralmente rimborsati.

Quanto alla PREVENZIONE la società provvede direttamente al pagamento di ‘pacchetti’ di prestazioni in prevenzione effettuate da ciascun assicurato, oltre i cinquant’anni, una volta l’anno in strutture convenzionate alcune delle quali previste per tutti, (prelievo venoso, urea, ALT, AST, Gamma GT, Glicemia, Colesterolo, Trigliceridi, Creatinina, Emocromo, PTT, PT, VES, Urine, Elettrocardiogramma) altre invece differenziate: > per gli uomini: ricerca sangue occulto feci, radiografia polmonare, Ecodoppler TSA, PSA; > per le donne: ricerca sangue occulto feci, radiografia polmonare, Ecodoppler TSA ed inoltre mammografia ed ecografia mammaria.

La copertura della c.d. GARANZIA PER SINDROME METABOLICA è poi ulteriore prestazione per attivare la quale l’assicurato deve preventivamente compilare un apposito questionario predisposto dalla compagnia, che provvederà a comunicare l’esito degli accertamenti fornendo adeguate indicazioni per consentire di assumere comportamenti e stili di vita più corretti in merito ad attività fisica e alimentazione, anche attraverso un regime dietetico personalizzato. Il tutto è di estrema semplicità la polizza prevede infatti la possibilità di avere consulenza e assistenza telefonica al fine di ricevere informazioni sanitarie anche sulle strutture pubbliche e private, la loro ubicazione e specializzazione, ovvero sugli aspetti amministrativi, nonché al fine di effettuare le prenotazioni di prestazioni sanitarie, la centrale operativa inoltre fornisce un servizio assistenza anche dall’estero. Insomma il delicato tema della tutela della salute, quanto mai attuale, trova una buona risposta nella Polizza in essere stipulata da Cassa Forense ponendo in copertura non solo un ventaglio di casistiche di eventi morbosi e gravi malattie (compresa quella oncologica) che possono accadere nella vita quotidiana e compromettere l’attività del professionista, ma anche contemplando dei pacchetti di check up periodici, di cui fruire con regolarità a costi nulli, che costituiscono un primo importante investimento in tema di ‘prevenzione’.